23/05/2021-Atalanta-Milan 0-2–38^ giornata

(Kessiè(2,rig.))
Alla fine ce l’abbiamo fatta:si torna in Champions.Champions che ci mancava da troppo tempo.In fondo ci ha visti 7 volte vincitori e un’assenza prolungata non era accettabile. Godiamoci,quindi,questo traguardo raggiunto all’ultima tappa anche per nostre mancanze.
I timori erano logicamente tanti dopo l’ultima partita casalinga con il Cagliari che ci ha visti quasi svuotati e senza il furore agonistico che ci si aspettava.Stasera abbiamo impostato una partita guardinga.Più giusto parlare di un catenaccio alla Rocco (che,poi,catenacciaro non era),ma l’obiettivo giustificava la scelta.Non sto qui a giudicare,come ho sempre fatto,se i rigori fossero validi o no:faccio mia la frase del grande Boskov:”Rigore è quando arbitra fischia”.
Non dimentichiamo,comunque,che il buon Leao ha preso un palo che ci avrebbe dato anzitempo il 2-0 ed evitato le palpitazioni che ci hanno accompagnato per tutta la partita.Un elettocardiogramma durato 95 minuti.Hanno dato tutti il massimo,evitando errori
e giocando anche senza tanti fronzoli come richiesto dalla circostanza.Su tutti senza alcun dubbio un grandioso Kessiè che oltre a trasformare freddamente i rigori ha lottato in ogni parte del campo,recuperato infinità di palloni e cercato di costruire azioni di attacco.Bene come al solito la coppia Kjaer-Tomori.Adesso dobbiamo prepararci a dare forma alla squadra della prossima stagione per ben figurare .Prima di tutto va risolta la telenovela Donnarumma senza dimenticare quella di Calha.Due pedine chiaramente fondamentali e la conferma o no avrebbe ripercussioni sulla costruzione della rosa.Le richieste economiche dei due(e dei procuratori) sono esagerate.Mi sembra giunto il momento di dare una svolta al calcio e rendere le spese più contenute.Se Donnarumma e Calha trovano chi soddisfa le loro richieste esose è giusto da parte nostra lasciarli andare e puntare su giocatori validi alla causa,ma con termini economici non pazzeschi.Bisogna procedere senza indugio al riscatto al meglio di Tomori per avere un punto fermo in difesa.Personalmente riscatterei anche Dalot:dopo le prime titubanze ha sempre dato il suo apporto ed è ulitizzabile sia a destra che a sinistra.Altro punto urgente è puntare ad un attaccante d’area.Confermo che punterei su Belotti,sperando che Cairo non spari le sue solite bordate.Da valutare il possibile ritorno del nostro centrocampista offensivo Pobega dallo Spezia:ha dimostrato di essere pronto per un palcoscenico importante.Queste ed
altre valutazioni dovranno essere fatte e carne al fuoco ce n’è in abbondanza.Ne parleremo nei prossimi post.Su una cosa,però,Pioli dovrà lavorare:evitare cali di tensione paurosi come quelli visti a Spezia o in casa con Udinese,Sampdoria,Sassuolo,Cagliari.Ci avrebbe evitato tante ansie.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!!
MIGLIOR ROSSONERO:KESSIE