MILAN AI CINESI

Galliani sull’addio: “Fino alla chiusura devo pensare al Milan. Tutte le cose iniziano e finiscono, faremo altro”

Risultati immagini

Su Berlusconi: “Ho conosciuto Berlusconi il primo novembre del 79 per motivi televisivi. E’ stato un rapporto di 37 anni a base di strette di mani che valgono di più di tante cose”.

25 anni buoni e cinque un po’ meno: “Farei 27 e tre, perché nessuno si ricorda che abbiamo vinto uno scudetto, abbiamo sempre superato sempre il girone di Champions League. Credo che quando usciremo dal Milan si ricorderanno i trenta anni, si ricorderanno i 28 trofei, ma non abbiamo vinto solo quelli, abbiamo fatto 17 secondi posti, il numero è 46 tra primi e secondi posti. Abbiamo fatto 8 finali di Champions League. La storia ci si ricorda dal primo all’ultimo giorno”.

Conosce la cordata cinese? “La trattativa è fatta tra il potenziale venditore che è Finivest e il potenziale compratore che è la cordata cinese, noi siamo l’oggetto non il soggetto. Fininvest sta vendendo ma teoricamente i manager che vengono compro-venduti potrebbero non sapere nulla. C’è un coinvolgimento emotivo che non esistono in altri settori”.

Dopo il Milan che farà? “Io non voglio pensarci, fino alla chiusura, devo pensare al Milan. Fino a quel giorno non voglio pensarci, non ho deciso, fino al giorno della chiusura sarò l’ad del Milan, poi ci penserò”.

Perché non ha mai creato una rete di osservatori? “Non scherziamo, abbiamo una fortissima rete di osservatori. Non è cambiato nulla, è andato via Braida, ma abbiamo gli stessi osservatori di prima. Capisco che quando non arrivano gli osservatori sembra che non ci sia nulla ma non così, e sembra tutto sbagliato ma non è. Le persone che ho scelto hanno fatto tutte carriera, credo di avere fatto crescere delle persone in tutti questi anni”.

Come si fa a vincere la malinconia in questo momento? “Ho degli amici che mi fanno pensare, mi dicono di stupirmi per i 30 anni di durata, non c’è nessuno in europa che è durato 30 anni. Tutte le cose iniziano e finiscono, è la vita. Faremo altro. E’ il rapporto più lungo della mia vita, ho avuto un rapporto meraviglioso”.