Diavolo di un commento

Sono note di commento alle partite dei nostri ragazzi senza alcuna presunzione giornalistica.Un semplice far sentire il parere di noi tifosi del MC Dalmine.Graditi i contributi di altri MC

15/09/2019-Hellas Verona-Milan 0-1–3^ Giornata

(Piatek(r))
Diciamoci la verità,amici rossoneri:ogni volta che andiamo a Verona(sponda Hellas) i fantasmi di quella sciagurata partita del ’73 ci tornano minacciosi nella mente e temiamo altri disastri,che spesso si sono materializzati,ma oggi no e ci è andata bene.Non sono ,comunque,mancati i brividi.Quella punizione al 95′ al limite della nostra area ha messo a dura prova le nostre coronarie.Tutto è ruotato attorno all’espulsione di Stepinski attorno al ventesimo reo di un fallo stupido ed inutile.Fino ad allora abbiamo fatto la solita partita senza idee.Con l’espulsione le cose sono cambiate:muro del Verona,noi ad attaccare disordinatamente ed incapaci di sfondare.Nessun tiro,nessuna penetrazione sulle fasce.Ci siamo affidati a qualche guizzo di Suso,non sempre positivo,coadiuvato dal pimpante Calabria.Paquetà non ha dato segni
di inventive,non trovando la giusta posizione e giustamente sostituito.Abbiamo insistito nel cercare il varco centralmente,ma con tanta gente in area veronese solo qualche rimpallo favorevole avrebbe creato qualche pericolo.Pericoli che abbiamo corso noi,invece.
Prima un tiraccio di Verre sullo 0-0 e loro già in dieci e poi un palo sull’1-0.Non ci siamo fatti mancare niente,insomma,compreso anche un pizzico di sfortuna,perchè un palo lo abbiamo colpito anche noi(gran tiro di Calabria).Anche in questa partita non abbiamo visto presenza di qualche nuovo acquisto dall’inizio.L’impressione è che si vaghi ancora alla ricerca di modulo ed interpreti ed il tutto ci lascia alquanto perplessi.Non fasciamoci la testa,però.Intanto il derby si avvicina.Per come stanno le cose non l’affrontiamo con morale alle stelle,ma la cabala del non favorito ci può fare comodo per darci qualche speranza.Parlando dei singoli Calabria e Musacchio i migliori.Calhanoglu,assente nel primo tempo,è migliorato nel secondo e creato il rigore decisivo.Rebic,a proposito di nuovi,non è dispiaciuto:ha lottato,ha avuto un paio di buoni spunti,aiutato Piatek. In sostanza prendiamoci questi tre punti preziosi senza fare i difficili,ma auguriamoci che Giampaolo trovi rapidamente la via per vedere una squadra con un gioco apprezzabile.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:CALABRIA (nonostante un rosso non meritato)

06/05/2019-Milan-Bologna 2-1–35^ Giornata

(Suso,Borini,Destro(B))
Non sappiamo se questi tre punti serviranno per la corsa Champions,ma la vittoria anche se sofferta era necesaria.Necessaria per tutto l’ambiente a partire da noi tifosi.Ci aspettavamo una partita scoppientante come frutto di un ritiro di altri tempi ed invece,salvo i primi minuti,siamo stati preda di una squallida assenza,rischiando anche.Donnarumma ha fatto un paio
di interventi salva porta.Sembravamo caduti in un baratro senza fine.Poi,come avviene nei film thriller,la scena cambia e Suso ricorda di essere un buon giocatore e torna al goal.Un vantaggio sinceramente insperato,vedendo una squadra arrancare senza un filo logico.Per non farci mancare niente infortunio di Biglia e altra scena deprimente e disgustosa in panchina tra Ringhio e Bakayoko.Ci aspettiamo al riguardo una decisa posizione della società nei confronti di Bakayoko:multa salata,esclusione dalla rosa e spedizione al mittente destinazione Londra.Di personaggi del genere non ne abbiamo bisogno.Bakayoko prenda esempio da Abate.Abate ha giocato con grinta,dando esempio da vero capitano.Avrà dei limiti tecnici,ma stasera ha mostrato come si deve stare in campo e come si deve lottare per la maglia.Ma non è finita,perchè,causa nervosismo imperante nell’ambiente nostrano,Paquetà viene espulso.
Sinceramente non si è capita bene la situazione,forse qualche parolina gentile di troppo.Rimane il fatto che si rimane in dieci.Bisogna,però,riconoscere che a questo punto la squadra ha fatto quadrato e soffrendo ce l’abbiamo fatta.Da encomiare anche  Jose Mauri per l’impegno.Un Jose Mauri che ci eravamo quasi dimenticati di averlo ancora tra noi.Ci auguriamo che la vittoria porti un pò di calma e che la squadra ritrovi compattezza,dimenticando per queste ultime tre partite screzi e divergenze.I giocatori facciano il loro dovere a pieno,permettano a Ringhio di lavorare serenamente e concludano la stagione onorevolmente.Quanto al posto Champions staremo a vedere.Purtroppo non dipende solo da noi,ma noi dobbiamo crederci sino alla fine.Se non arriva ce ne faremo una ragione.Europa league?.Personalmente la considero una competizione di scarsa importanza:tanto per respirare un pò di aria europea.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:ABATE

28/04/2019-Torino-Milan 2-0–34^ Giornata

(Belotti(r),Bereguer)
Siamo in caduta libera e non si vedono appigli a cui aggrapparsi per fermarsi.Altra sconfitta frutto dell’incapacità di essere squadra,ma anche di un ennesimo errore arbitrale che regala un rigore al Toro,inventandolo di sana pianta.Dopo il regalo alla Rubentus ne viene dato un altro ai granata.Evidentemente l’aria di Torino mette i nostri “referee” in ottica casalinga.Persecuzione?
Un vecchio saggio diceva che “a pensare male si fa peccato,ma spesso si azzecca”.Tornando alla partita,purtroppo,dobbiamo confermare quanto detto nell’ultimo mese circa una mancanza assoluta di gioco,di grinta,di voler pressare gli avversari già nella loro area.Qualche sussulto ogni tanto.Anche un pizzico di sfortuna sulla traversa di Bakayoko sull’1-0.Ma per non farci mancare niente ecco due rinvii ridicoli in area e facciamo diventare Messi anche uno come Bereguer e fa 2-0.Non si sa più che dire.Lo stesso Ringhio non sa a che santo votarsi. L’insistenza a giocare ad una punta(oggi Cutrone) non rende.Quando è entrato anche Piatek
qualcosa in più è accaduto,ma mancano assolutamente le incursioni sulle fasce.La situazione Champions è compromessa e solo un miracolo potrebbe ribaltare la situazione critica.Si rischia anche un posto in Europa League,per quello che vale.Per ora pare che Gattuso rimanga. D’altronde un cambio in corsa a quattro giornate dalla fine non potrebbe portare grandi novità.Si prospetta,quindi,l’ennesimo tentativo di ricostruzione.Si cambierà allenatore:sembra scontato.Nomi come Conte e Sarri mi fanno venire l’orticaria in tutto il corpo solo a sentirli nominare.Uno come Gasperini sarebbe positivo,ma non è automatico che in un ambiente nuovo ed esigente come quello che si respira a Milanello raggiunga gli stessi risultati di Bergamo.E,poi,tutto dipende dai giocatori.Tanto per non saper nè leggere nè scrivere e volendo ripartire con calma un nome che mi sento di fare è Donadoni.Conosce l’ambiente,sa lanciare giovani e le sue squadre hanno espresso sempre un buon gioco.Non dimentichiamo che l’ultima Nazionale che abbiamo visto giocar bene l’allenava lui.Per ora non ci rimane che augurarci che si finisca dignitosamente la stagione.Se,poi,si raggiunge qualche poltrona
europea tanto meglio.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:sarei tentato di dire nessuno,ma dico BAKAYOKO che almeno ha colpito la traversa e tenatato qualche conclusione

24/04/2019-Milan-Lazio 0-1–Rit.sem.C.Italia

(Correa)
Quando si gioca(meglio dire “non si gioca”) come stasera è giusto uscire da qualsiasi competizione.La squadra ha,purtroppo,confermato il trend negativo dell’ultimo mese:squadra spenta,senz’anima,idee confuse,poca concentrazione,sintomi di calo fisico.Ringhio ha provato ha cambiare le carte in tavola con un 3-4-3,ma tutto inutile.Anche stasera un primo tempo inesistente per noi.Nel secondo abbiamo tentato qualcosa in più,ma senza concretizzare niente e zero pericoli creati.Un solo tiro pericoloso in tutta la partita:verso la mezz’ora da parte di Calabria.Tutto qui.Piatek non ha avuto una palla degna di nota.Speriamo che non si stufi e chieda di essere ceduto a fine stagione.Dobbiamo ringraziare Reina se non abbiamo preso un’imbarcata.Reina e Bakayoko i soli degni di menzione.Una situazione preoccupante che può mandare all’aria quello di positivo faticosamente messo su,tra alti e bassi,sino ad ora.La tanto sospirata zona Champions passa attraverso la prossima partita contro il Toro.Sarà determinante per fare chiarezza sulle nostre possibili aspirazioni.Le aspiranti al posto Champions sono in parecchie e noi siamo la peggiore al momento.Viste le ultime partite possiamo solo sperare in una serata fortunata.Aspettiamo con una certa sofferenza che termini
la stagione per tirare le somme,ma si prospetta l’ennesima ricostruzione.Con la rosa attuale,secondo la mia opinione,non sono in molti a meritarsi una riconferma:la metà,almeno,è da cambiare.Tutto dipende,poi,dalla famosa diatriba con l’UEFA.Insomma nubi nere
all’orizzonte.Sta alla squadra cercare di fare un finale con un colpo di coda che ci dia migliori speranze per l’immediato futuro.Per quanto riguarda noi tifosi,comunque,la vicinanza alla squadra e la passione nei colori,nessun dubbio:noi ci siamo sempre.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:REINA

20/04/2019-Parma-Milan 1-1–33^ Giornata

(Castillejo,B.Alves(P))
Incapaci di vincere.Dopo un primo tempo che a definire inguardabile è da buonisti abbiamo cambiato atteggiamento e trovato un goal prezioso,ma per uno dei parecchi palloni persi da Biglia(pessimo il suo spezzone di partita) e il successivo fallo di Borini abbiamo dato al Parma la possibilità di pareggiare.Decisamente la squadra non va.Da alcune partite aspettiamo una svolta decisiva per la conquista di un posto Champions e tutte le volte ci troviamo a parlare di delusione e di squadra senza anima.Parlare di Champions sembra quasi inopportuno a 5 giornate dalla fine e con una squadra che non esprime un minimo di gioco accettabile e con mancanza di personalità.Rispetto ad un mese fa siamo calati vistosamente.Per fortuna
la Lazio perde e la Roma pareggia,ma dobbiamo temere anche il Torino che si fa minaccioso e attendere l’esito di Napoli-Atalanta. E domenica andiamo proprio in casa del Toro.La prospettiva non è delle migliori e qui serve che Ringhio e società compattino la squadra e richiedano almeno uno sforzo d’orgoglio.Purtroppo abbiamo elementi spenti come Calhanoglu,lo stesso Suso anche se oggi qualcosina ha fatto,di Biglia abbiamo detto.Il ritorno di Paqueta potrà dare qualche sicurezza in più a centrocampo,ma è da tutti gli elementi che si aspettiamo un modo di approcciare la partita in maniera decisa e concentrata.Comunque vada a  finire Leo e Maldini avranno parecchio da lavorare,perchè la rosa va moodificata parecchio e mi auguro che decidano anche di dare inizio ad una svolta decisa con l’immissione di giovani come Torrasi e Maldini jr.in pianta stabile in prima squadra.Abbiamo ancora negli occhi l’Ajax che ha ridicolizzato la Rubentus,vendicando anche noi indirettamente,ed è dai lancieri che dobbiamo prendere esempio senza dimenticare che siamo diventati grandissimi con gente che arrivava da quelle parti.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:CASTILLEJO (almeno ci ha dato l’illusione di farcela)

IL MC DALMINE coglie l’occasione per fare gli auguri di buona Pasqua a tutti i Milan club italiani ed esteri,componenti AIMC,tifosi rossoneri. 

Buona Pasqua !!!
image-1825

06/04/2019-J(R)ubentus-Milan 2-1–31^ Giornata

(Piatek,Dybala(R),Kean(R))
Chissà perchè quando si gioca contro i gobbi episodi e decisioni arbitrali sono sempre a loro favore.Mai che al termine di  una partita siano loro a lamentarsi per qualcosa non a loro vantaggio.Mai,a memoria d’uomo.Abbiamo,per esempio,scoperto ieri sera che ai gobbi è consentito aprire nella loro area le braccia,smanacciare il pallone e l’arbitro con la pantomima del VAR non dare rigore contro.Pare,dai ben informati,che ci sia una postilla al regolamento(solo italiano) a tale proposito.Abbiamo avuto conferma,poi,che se un giocatore affianca un gobbo nella propria area è rigore sacrosanto(per loro) e senza far intervenire il VAR.Abbiamo imparato in passato che non è sufficiente che la palla vada oltre un metro della linea bianca della porta dei gobbi ,perchè vada dato il goal.Basta anche che il portierone della Nazionale spergiuri  davanti alle telecamere che il pallone non è entrato.E si potrebbe continuare all’infinito dato che quanto detto non vale solo per il Milan.Non si capisce perchè se sono forti abbiano bisogno di questi vergognosi aiuti.Tanto vale dare partita vinta senza giocarla ed evitare queste continue sceneggiate.Non è mancato,poi,il regalo fatto ai gobbi da parte nostra.Questa volta ci ha pensato bene Calabria a dare un bel passaggio per fare
il 2-1. Alla luce di quanto detto detto prima è inutile approfondire l’aspetto tecnico della partita.Dico solo che ci siamo comportanti bene,errore Calabria a parte,in miglioramento rispetto alle ultime preoccupanti partite.Questo ci rincuora in vista dei prossimi incontri non facili.Piantek si è confermato il solito cecchino:basta dargli qualche pallone giocabile.Bene anche Calhanoglu da cui ci aspettiamo l’apporto decisivo per dare consistenza all’azione offensiva.Notato anche un discreto pressing
che va accentuato.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:PIATEK 

03/04/2019-Milan-Udinese 1-1–30^ Giornata

(Piatek,Lasagna(U))
Se continuiamo con questo ritmo la Champions la vedremo anche la prossima stagione in tv.Pensando,poi,che i prossimi avversari sono J(r)ubentus e Lazio il rischio è alto.Al momento non si vedono prodromi di miglioramento.Si sperava che stasera si vedesse la ripartenza ed invece abbiamo assistito ad una nostra gara imbarazzante.Il goal di Piatek al termine di un primo tempo incolore ci ha illusi.Abbiamo sperato in un secondo tempo all’insegna del controllo della gara e sfruttamento degli spazi che l’Udinese ci avrebbe concesso.Non è stato così.Non abbiamo sfruttato un bel niente e poi,capolavoro dei capolavori,in 11 secondi siamo
passati da un quasi 2-0 al pareggio causa un contropiede micidiale e veloce che ci ha visti colpevolmente scoperti.Una mazzata terribile che ci ha messo in ulteriore confusione ed abbiamo anche rischiato.Purtroppo ci ritroviamo a ridire le solite cose sul non gioco della squadra.Mancanza assoluta di sfruttamento delle fasce salvo il periodo di forcing finale.Inesistente il pressing.Centrocampo incapace di creare azioni valide con il solo Bakayoko che ha tentato qualche sortita e con un Biglia che si è distinto per i soliti passaggetti all’indietro.L’esperimento Paquetà trequartista è ingiudicabile per l’infortunio ed uscita verso la prima mezz’ora.Ha fatto qualcosa di buono,si è impegnato,ha fatto un bel tiro.Da rivedere, insomma.Il duo Cutrone-Piatek ha creato qualche buona iniziativa,ma,come detto,non supportati adeguatamente dalla squadra.Rispetto a qualche settimana fa stiamo facendo vistosi passi indietro.Putroppo se giocatori come Calhanoglu da cui ti aspetti la classica “illuminazione” per creare azioni pericolose non gira tutta la squadra ne risente.Momento non facile,quindi,per Ringhio che deve serrare i ranghi.La squadra ha il dovere di non mollare.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:BAKAYOKO

30/03/2019-Samp-Milan 1-0–29^ Giornata

(Defrel)
Seconda sconfitta consecutiva e questa volta una sconfitta allucinante.Un erroraccio di Donnarumma al 50° secondo e non siamo riusciti a recuperare pur avendo tutta una partita davanti.Un misto di estrema leggerezza e mancanza di concentrazione da parte del ragazzo.Errori che si vedono raramente negli oratori.Siamo rimasti in confusione,come nel derby,senza abbozzare una degna reazione.Incapaci di fare gioco ci si affidava a iniziative dei singoli.La sfortuna e l’imprecisione in un paio di occasioni ci hano impedito di pareggiare.Nella ripresa abbiamo tentato di reagire,affacciarsi con maggior frequenza nella’area Samp,ma senza risultati concreti.Ci si è messo anche un arbitro come Orsato di una esagerata tendenza casalinga a negarci un rigore sacrosanto su Piatek complice il VAR (o in contraddizione al VAR?).
Rimane,però,innegabile il fatto che abbiamo fatto una gara pessima.Ringhio ha tentato le carte Conti,Paqueta e Cutrone ma non siamo riusciti a modificare la storia della partita.Abbiamo gente come Suso e Calanhoglu troppo distanti da loro standard.lo stesso Rodriguez appare un pò stanco ed impreciso nei cross.Piateck risulta troppo isolato e non sempre i lanci lugnhi(sempre fuori portata) hanno qualche effetto.Insomma un passo indietro che si aggiunge a quello visto nel derby.Bisogna cambiare qualcosa che potrebbe essere giocare con Piateck e Cutrone insieme per dare maggior pericolosità all’azione specie in zona area.Viviamo,quindi un momento delicato che mette la lotta alla Champions in “grave danger”.Per aggiungere nuvole nere all’ambiente dobbiamo registrare le parole di Ringhio che annuncia che dirà nel suo destino a fine campionato.Non è sembrato il momento adatto per dire certe cose che agitano ancora più un ambiente già nervoso per l’inqualificabile lite Kessie-Biglia e la sconfitta derby.Le interpretazioni possono essere molteplici,ma quella che a mio parere potrebbe essere più veritiera è che Ringhio sente che la società non è convinta di una sua conferma.Tutto questo,logicamente,non crea un una situazione adatta per spronare la squadra a dare il massimo.Dobbiamo,però,aspettarci da parte dei giocatori che facciano il loro dovere,e anche più,da seri professionisti.Al momento ci auguriamo una conferma di Ringhio,anche perchè certi nomi fatti da stampa e soci(tipo Conte) fanno venire forti crampi allo stomaco.Martedi abbiamo di fronte l’Udinese baldanzosa per la vittoria casalinga col Genoa:non possiamo fallire.Punto e stop.
Alla prossima e come sempre..forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:nessuno

..che vergogna!
image-1814

..che vergogna!

09/03/2019-Chievo-Milan 1-2–27^ Giornata

(Biglia,Hetemaj(C),Piatek)
Altra vittoria sofferta,ma pur sempre vittoria,importante per la classifica e per tenere distanti,per il momento,quelli della parte sbagliata di Milano.Bisogna dire che partite con squadre come il Chievo,che vivono situazioni non positive, non sono facili anche se si affrontano con concentrazioni e non sottovalutandole.Il Chievo,giustamente,ha messo impegno e foga agonistica e non ha regalato niente.Il gran goal di Biglia ci aveva illusi di poter vivere una serata più tranquilla e invece non è stato così.Un attimo di disattenzione e ci siamo ritrovati a dover ripartire.Diciamo subito che non abbiamo sfoggiato un gran bel gioco,di quello
fatto a memoria,tanto per intenderci.Qualcuno si è mostrato non in buona forma come Suso,che continua a latitare,o alquanto stanco come Paqueta giustamente sostituito con Calanoglu che almeno ha innestato qualche azione decente.Anche Conti è ancora in fase di
recupero atletico,ma,senza contare la pecca nel goal del pareggio,la sua prova è discreta: occorre aver pazienza con il ragazzo che quando recuperato in pieno ci darà soddisfazioni. Potevamo tranquilizzarci con il terzo goal,ma Kessiè ancora una volta non ha inquadrato
la porta.Un vero peccato che il termine di azioni pericolose finiscano spesso sul suo piede evidentemente non dotato di precisone.Per fortuna c’è Piatek:cinico a risolvere la partita nell’unica vera occasione che gli si è presentata.Il VAR ci ha fatto tremare,ma alla fine tutto è stato confermato.Il ritorno di Biglia a tempo pieno è stato positivo:bel goal,attento nella fase
difensiva,ha tentato di organizzare le ripartenze,ma poco aiutato da Paqueta e Kessiè.Qualche parola positiva va spesa per Castillejo:è decisamente più in forma di Suso ed stato molto vivace,mettendo spesso subbuglio nella difesa del Chievo.Non è mancata una parata decisiva di Donnarumma,tanto per non farci mancare niente.Prendiamoci questa vittoria,quindi,senza
fare tanto gli schizzinosi,godiamoci da buon tifosi il terzo posto e proiettiamoci da lunedi al derby.Inutile fare ogni tipo di previsioni,studiare statistiche,ragionare sulla forma o meno di quel giocatore o di quell’altro:il derby è sempre imprevedibile.Limitiamoci a ingraziarci gli dei del calcio che mettano una buona parola per farci felici.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:BIGLIA

02/03/2019-Milan-Sassuolo 1-0–26^ Giornata

(aut.Lariola)
Vittoria soffertissima,ma preziosa.Abbiamo acciuffato il terzo posto in solitaria,per ora.Non abbiamo fatto una bella gara,però.Sembrava una continuazione della partita di martedi con la Lazio:tutti dietro ad aspettare ed incapacità di ripartire.Decisamente un passo indietro.Alcuni giocatori come Bakayoko e Paquetà sono sembrati un pò stanchi e Kessiè non nel pieno della forma fisica.La squadra in generale ha dato la sensazione di accusare sintomi di stanchezza. Anche quando siamo stati stati in vantaggio di uomini non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco ed abbiamo anche rischiato.Come abbiamo rischiato nel primo tempo e ci è voluta una gran parata di Donnarumma per evitare lo svantaggio.Kessiè ha avuto due volte la possibilità di rendere la partita più tranquilla per le nostre coronarie,ma imprecisione ed avversari lo hanno fermato.Un campanello d’allarme per Ringhio che deve effettuare qualche cambio di freschezza(Conti in primis)e magari di modulo.Lasciare solo Piatek non rende sempre.Suso continua a essere lontano dalle capacità che gli riconosciamo.Calhanoglu dopo un primo tempo discreto è scomparso.In definitiva qualche preoccupazione dopo questa partita è venuta fuori,ma non drammatizziamo.Ci consola il fatto che in ogni caso i tre punti sono arrivati.Ci aspettiamo contro il Chievo un segnale di ripresa in termini di gioco (più offensivo) e tenuta.Da evidenziare ancora la presenza importante del pubblico a San Siro a testimonianza di un ritrovato entusiasmo.Pubblico che sperava in una prova più convincente e tranquilla,ma che in ogni caso ha sostenuto la squadra nei momenti più delicati della partita.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:DONNARUMMA