Archivio dell'autore: dalmine-1985

08/03/2020-Milan-Genoa 1-2–26^ giornata

(Pandev,Cannata,Ibra)
Bruttissima sconfitta quella subita nel silenzio di San Siro.Un Milan senza capo nè coda,senza idee,senza nerbo.Qualcuno vuol vedere le conseguenze delle catastrofi societarie ricadute sul rendimento della squadra.Qualcosa ci potrà pur essere,ma non si giustifica,comunque,una prestazione abulica e deludente.Le utime gare ci avevano fatto sperare in qualcosa di positivo,ma la delusione è cocente.Abbiamo iniziato bene,ma poi ci siamo persi e subito due goal praticamente fotocopia con difesa incapace di contenere le loro azioni veloci.La reazione è stata praticamente nulla e confusa.Ibra è stato l’uomo cercato di più.I compagni si sono aggrappati a lui,ma non si può sperare sempre nei miracoli.Ibra il suo lo ha fatto e ci ha dato anche la speranza di riacciuffare la partita,ma l’imprecisone,la mancanza di elaborare azioni lucide ed anche la mancanza di un pizzico di fortuna (un rimapallo,un tiro della domenica,un errore loro) non ce lo hanno permesso.Sarebbe stato in ogni caso una magra consolazione. Dobbiamo ancora una volta ripartire,dunque.Fare quadrato e metterci tanta rabbia e,soprattutto,convinzione. Non ci rimane altro da fare.Parliamo d’altro.
Situazione societaria:ormai è ufficiale e Zorro Boban va.Un vero peccato.Maldini potrebbe seguirlo probabilmente a fine stagione.Simboli del grande Milan che lasciano la società e troncano la speranza che con loro si potesse ripartire.Pagano le incomprensioni con Gazidis (in primis la scelta di Giampaolo voluta più da Maldini) nelle linee di organizzazione e ricostruzione della società.La tempistica di Boban sulla storia dei contatti Gazidis-Ragnick non è stata opportuna ed ha creato una situazione di attrito ed incertezza con inevitabili riflessi sulle varie sezioni della società squadra compresa,come detto prima.Insomma,Boban poteva aspettare fine stagione per le sue esternazioni,ma evidentemente il vaso era colmo.Il comportamento di Gazidis nel contattare Rdngnick o addirittura metterlo sotto contratto è stato scorrettissimo. Un’invasione ingiustificata nel campo tecnico senza prima aver interpellato Maldini-Boban.Purtroppo il dado è tratto e aspettiamoci l’ennesima ricostruzione.Una storia infinita.
Una considerazione,infine,sulla sospensione del campionato per la terribile situazione a seguito del coronavirus.Ieri abbiamo vissuto una situazione assurda.A sole poche ore da Parma-Spal il ministro Spadafora si sveglia e chiede la sospensione del campionato.La Lega dopo aver tergiversato risponde picche alla faccia di tutte le imposizioni,decreti e raccomandazioni per fermare il pericolo dell’avanzata del virus.Per la Lega va tutto bene,madama la marchesa,e si va avanti anche se a porte chiuse.Un insieme di incapaci.Concordo con quanto proposto da Tommasi (AIC):rimandare l’Europeo al ’21,recuperare le gare dei campionati tra maggio e giugno,sperando che nel frattempo il serio e preoccupante virus sia stato debellato.
Vedremo se nei prossimi giorni un bricciolo di buon senso affiori nei cervelli di certa gente che pensa solo agli interessi dei propri orticelli.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:IBRA (..ce ne fossero altri 10 come lui saremmo in altra situazione!!)

Interruzione riunione settimanale 2

L’Ufficio Cultura del Comune di Dalmine ci informa che anche per questa settimana vale la sospensione dell’utilizzo della sala comunale di Via Bergamo 19 a Dalmine Mariano causa problemi connessi al coronavirus.Pertanto la riunione settimanale di venerdi 6 prossimo non sarà effettuata.Terremo informati in caso di novità.

24/02/2020-Interruzione riunione

L’Ufficio Cultura di Dalmine ci informa che a causa della situazione legata al “coronavirus” è sospeso sino all’1 marzo prossimo l’utilizzo della sala comunale di Via Bergamo 19.Pertanto la prevista riunione settimanale di venerdi 28 febbraio viene sospesa.Appena possibile daremo aggiornamenti.
 

22/02/2020-Fiorentina-Milan 1-1–25^ giornata

(Rebic,Pulgar(r))
Una vittoria scippata da un arbitraggio+VAR inqualificabili,ma anche noi ci abbiamo messo del nostro.Un rigore completamente inesistente,e ripeto inesistente,ci ha privati di una vittoria che stavamo portando a casa con tanta sofferenza anche se in vantaggio di un uomo.La cosa vergognosa è che il VAR non si è degnato di intervenire per mettere giustizia facilmente in quanto l’entrata di Romagnoli su Cutrone era regolarissima e non si capisce cosa abbia visto Calvarese dalla sua posizione non ottimale.Una maniera per compensare le lamentele del presidente Commisso dell’ingiustizia subita dalla Rubentus?.Siamo autorizzati a pensarlo.Dal momento dell’espulsione del viola…Calvarese ha fischiato a senso unico.Tornando al primo tempo,poi,c’è l’annullamento del “golazo” di Ibra.I telecronisti di Dazn hanno dato spiegazioni contorte degne di un tuffo triplo carpiato per spiegarne il perchè,ma il punto fondamentale è:Ibra avrebbe dovuto tagiarselo il braccio,visto che lo aveva attaccato al corpo?.Sarebbe stato annullato alla Rubentus?.Risposta facile che da diritto a un premio di 0,00 euro.Arbitraggi del genere ci fanno sempre più apprezzare campionati esteri.Tutto questo ci fa capire che contiamo poco nel quadro politico del calcio italiano.Non si chiedono favori,ma cose giuste. Passiamo,quindi,ai nostri difetti.Dopo l’espulsione di Dalbert abbiamo visto con un certo imbarazzo che eravamo noi a subire gli attacchi viola con ripartenze veloci che ci vedevano maledettamente scoperti.Siamo calati vistosamente ed annebbiati nel tentare il raddoppio.In sostanza sembravamo noi in dieci.Calo fisico e mentale nella parte finale che ci sta capitando spesso.Abbiamo persino rischiato nel recupero e ci siamo salvati grazie a Begovic(subentrato a Donnarumma).Per tutta la partita la lucidità non è stata sempre presente nelle nostre azioni,soprattutto nella fase finale.Una volta in vantaggio di un goal e di un uomo avremmo dovuto controllare la partita ed invece abbiamo subito.Altri punti persi.Forse l’ingresso di Leao al posto di uno spento Calha avrebbe potuto darci la giusta pericolostà all’attacco nella fase finale.Poco da aggiungere se non sperare che si migliori nella tenuta atletica e nella precisone nelle conclusioni e che gli arbitri+VAR siano capaci di gestire le gare correttamente.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:IBRA(non avrà la mobilità di un tempo,ma la sua presenza si fa sentire.Il suo “golazo”annullato,poi,è stato un capolavoro di potenza,caparbietà e tecnica da mostrare a tutti quelli che si sentono campioni e non lo sono)

17/02/2010-Milan-Torino 1-0–24^ Giornata

(Rebic)
Era importante vincere e ci siamo riusciti.Non una partita da annali calcistici,ma di questi tempi va bene così.Avremmo potuto risparmiarci un pò di fibrillazioni nell’ultima mezz’ora,ma prima Ibra e poi Castillejo non hanno centrato la porta per il 2-0 della sicurezza nei primi minuti del secondo tempo.Gioco apprezzabile nei primi 45 minuti con la fascia Rebic-Theo  attiva nel portare minacce ai granata.Solite difficoltà nelle conclusioni.La partita,comunque,scorreva sotto il nostro controllo.Nel secondo tempo siamo partiti bene,i goal mancati,come detto prima,e poi abbiamo dato spazio a loro.Per fortuna non si sono verificati grossi pericoli,ma la beffa di un rimpallo,di un tiro della domenica o di un’amnesia difensiva era sempre dietro ‘angolo.Abbiamo avuto anche qualche difficoltà nell’uscire e quando lo abbiamo fatto non siamo stati lucidi,come ci capita spesso,nella fase finale.Alla fine i tre punti sono arrivati ed è quello che conta.Danno la necessaria tranqullità per i prossimi impegni e mantengono la speranza di qualche obiettivo europeo.Qualche accenno di stanchezza lo si è visto in Ibra alla sua terza partita in una settimana e la cosa è ampiamente giustificata,ma la sua presenza è determinante per l’esempio che da ai compagni,per l’apporto alla manovra e per…l’apprensione che incute negli avversari.Chi non mostra stanchezza è Castillejo che non molla mai e è ormai un ounto fermo della squadra.Un esempio per gente che deve dare l’anima nello sfruttare ogni occasione di presenza offerta dall’allenatore.Occasione finalmente offerta  al giovane Gabbia causa infortunio di Kjaer.Ha iniziato timidamente,ma poi ha mostrato sicurezza ed auguriamoci che possa avere un sempre maggior utilizzo nella formazione.Abbiamo bisogno di questi giovani che portano entusiasmo e volontà di emergere.Il tutto,però,con l’aiuto di qualche “vecchietto”.Altra gran prestazione di Romagnoli:una diga.Bene Kessiè nella ripresa. Paquetà:ancora deludente con difficoltà nel trovare la posizione.Si è impegnato,ma concluso poco.Un giocatore che,al momento,lascia perplessi,ma sarebbe buona cosa tentare ancora un suo recupero.Ci aspetta Firenze.Dobbiamo fare una partita accorta e sperare di essere più precisi e cinici nella conclusioni.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSENERO:ROMAGNOLI (menzione per CASTILLEJO)

13/02/2010-Milan-Rubentus 1-1–andata sem.C.Italia

(Rebic,C.Ronaldo(R)(rig.))
Sempre la solita storia.Quando si gioca contro questi qui non finisce mai senza polemiche per gli aiutini.Logicamente sempre a loro favore.Non ricordo che si sia mai verificato il contrario dall’epoca del big bang.Mai.In fondo ha ragione Comisso,il presidente della Fiorentina:una corazzata che potrebbe farne tre di squadre forti non avrebbe bisogno di questi episodi dubbi per andare avanti.Il tutto,poi,preparato con precisione chirurgica.Giallo a Ibra,Theo,Castillejo e niente ritorno per loro.Secondo giallo assurdo a Theo e metà secondo tempo in dieci.Non sufficiente? Allora ci sta,logicamente,un bel rigore.Parliamo della nostra squadra che è meglio.Abbiamo fatto una buona partita.Abbiamo messo in mostra un buon ritmo,una certa vivacità anche offensiva,ma non precisi e decisi nella fase finale dell’azione come ci capita spesso.Migliorando questa mancanza potremmo avere maggiori soddisfazioni in termini di goal.Siamo passati in vantaggio meritatamente con un Rebic che ci meraviglia sempre più,li abbiamo controllati bene senza affanno anche in dieci e poi è arrivato il regalino finale con avvallo e benezione del VAR.Semplicemente vergognoso,ma loro non hanno pudori.Archiviamo il tutto tanto anche il ritorno è già stato spianato a dovere per un loro passaggio agevole.Mi sembra come quella publicità che diceva ” …ti piace vincere facile?”.Concentriamoci sul campionato.Stiamo ritrovando una discreta forma,una maggior grinta e un’identità che va,comunque, rafforzata.Non dobbiamo,però,vanificare il tutto come fatto nel secondo tempo del derby. Dobbiamo raccogliere più punti possibili specie contro squadre medio-basse della classifica.Importante recuperare anche gente come Paquetà e Bonaventura,far rendere un Leao non ancora sbocciato del tutto,immettere ragazzi,e mi ripeto,come Brescianini e Maldini jr.
Mentre scrivo mi fanno sapere che la rosa “Gazzetta” parla di “..un arbiraggio che ha scontentato ENTRAMBE le squadre”.Avete letto bene:ENTRAMBE LE SQUADRE.Che la “rosa” sia filorubentus è ben noto,ma se crede che noi milanisti abbiamo l’anello al naso si sbaglia.Vergognosa anche la “rosa”.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:REBIC

Indovinate per quale squadra tifano!!
image-1998

Indovinate per quale squadra tifano!!

09/02/2020-Inter-Milan 4-2–23^ giornata

(Rebic,Ibra,Bregovic,Vecino,De Vrji,Lukaku)
Inutile nasconderlo,l’amerezza è tanta unita ad una delusione grande per una mancata vittoria che ci avrebbe riportato a sorridere in un derby dopo tanto tempo.Amarezza e delusione per come si erano messe le cose.Un primo tempo splendido fatto di velocità,voglia di spingere, pressione continua con un avversario statico ed incapace di reagire.Abbiamo fatto due gol,ma avremmo potuto aumentare il bottino solo se non avessimo peccato di imprecisone nelle conclusioni o nel passaggio finale.Abbiamo anche colpito un palo con Calha tanto per soddisfare la sfortuna che ci accompagna.I presupposti,quindi,erano buoni dato che le previsioni pre-partita non erano certo favorevoli a noi.Le partite,purtroppo,durano 90 minuti e questo,forse,la squadra lo ha dimenticato.Quello di buono del primo tempo è scomparso e sono bastati 5 minuti di assoluta amnesia per subire il pareggio.Un colpo che ci ha tramortiti nelle gambe e soprattutto nella testa.Siamo letteralmente crollati.Il solito calcio d’angolo ci ha avviati alla sconfitta.Quello dei calci d’angolo o dei tiri indiretti che arrivano in area e che vedono sempre gli altri arrivare prima è una costante negativa che ci perseguita da tempo immemorabile.Veramente irritante.La reazione è stata più d’orgoglio che di gambe e cervello,ma la benzina era praticamente finita.Anche in questo caso,però,la sfortuna ha colpito e detto no a Ibra con palla sul palo.Poteva essere il 3-3.La frittata era fatta,ormai.Probabilmente non siamo entrati con la dovuta concentrazione e convinzione nel secondo tempo oltre a registrare un calo fisico evidente.Non ci rimane che raccogliere i cocci come ci sta capitando spesso,purtroppo.Dobbiamo,però,far tesoro di quanto espresso nel primo tempo a testimonianza che,in fondo,siamo anche capaci di esprimere un gioco decente,ma bisogna farlo per l’intera partita.Ci tocca la Rubentus fra qualche giorno in Coppa Italia:un’occasione per reagire e cercare di fare un risultato positivo.Andare avanti in questa coppetta non sarebbe male visti i tempi che corrono.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:IBRA  

02/02/2020-Milan-H.Verona 1-1–22^ giornata

(Faraoni(V),Calhanoglu)
Diciamo la verità:quando il pallone ha colpito i nostri pali due volte e in una mischia “fagiolada” sempre il pallone è uscito miracolasamante fuori di un pelo abbiamo temuto il peggio.In contrapposizione,però, anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni sprecate per indecisione,mancanza di precisione,di freddezza e anche di..fortuna.C’è rammarico per una vittoria mancata,ma,come detto prima,poteva finire male.Insomma vediamo il bicchiere mezzo pieno per consolarci. Abbiamo regalato letteralmente la prima metà dei due tempi al Verona.Per fortuna abbiamo trovato il pareggio poco dopo il loro vantaggio altrimenti avremmo avuto il rischio di disunirci.Con loro in dieci nella parte finale abbiamo fatto un forcing di volontà,ma poco lucido.Ci è mancato il colpo vincente avuto con l’Udinese ed un palo di Castillejo ci ha strozzato in gola l’urlo vincente.Proprio in questo forcing si è sentita la mancanza di Ibra.La sua presenza in area avrebbe potuto fare la differenza e liberato qualcuno per il colpo finale.La mancanza di un pò di gente (Bennacer,Krunic,Kjaer,Conti e..Ibra) ci ha condizionati.Per esempio Calha non è a suo agio come laterale destro anche se ha fatto il suo,Bonaventura non ha nelle gambe il ritmo dei 90 minuti,Calabria non ha è parso sicuro anche se ha avuto un paio di spunti buoni nell’assalto finale.Esaminando i numeri, comunque,registriamo ben 26 tiri di cui solo 5 nello specchio della porta.Un numero importante che testimonia che,in fondo,i tentativi ci sono stati,ma manca la precisone e mi ripeto.Parlando dei singoli abbiamo visto bene Romagnoli,Rebic ed il solito Castillejo che oggi rappresenta un elemento affidabile.Qualche buon spunto di Leao,ma non ha trovato conclusioni efficaci.Paquetà:qualcosa di buono appena entrato e poi si è perso.In definitiva bisogna riconoscere l’impegno di tutti e questo è un punto importante se paragonato a certe prestazioni,anche vergognose,di poche giornate fa.Impegno che ci lascia ben sperare per le prossime gare a partire dal derby.Noi stiamo cercando di risollervarci e trovare una giusta forma di squadra.Loro (la parte sbagliata di Milano) hanno una rosa competitiva con elementi di spicco.Ma un derby è sempre imprevedibile ed auguriamoci di trovare la serata giusta.
Per finire dobbiamo celebrare con una certa emozione il debutto di Maldini jr. per continuare la storia di una stirpe legata al Milan.Pochi minuti con la speranza che possa essere l’inizio di una carriera rossonera degna di papà Paolo e nonno Cesarone.Se a lui si affiancheranno presto altri giovani validi sarebbe una svolta decisiva per i nostri colori.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:ROMAGNOLI

28/01/2020-Milan Torino 4-2–Quarti C. Italia

(Bonaventura,Bremer(2),Calhanogku(2),Ibra)
Partita stranissima.Un primo tempo che ci ha visti pimpanti specie sull’asse Theo-Rebic e meritevoli di un vantaggio di almeno tre goal solo se fossimo stati più precisi e cinici.Invece ci ritroviamo con un  1-1 propiziato da una distrazione difensiva.Cambia tutto nella ripresa.Fari spenti e il Toro che prende coraggio e addirittura va in vantaggio con il solito colpo di testa su traversone dove noi non riusciamo spessisimo ad arrivare per primi.Si apriva la strada per
una beffa pesante da digerire.Il solo Castillejo girava per il verso giusto.Per nostra fortuna abbiamo Ibra ed un ritrovato Calha e la partita è cambiata.Faticosamente,ma con sempre maggior convinzione abbiamo assediato il fortino.Uno scatenato Calha l’ha ribaltata e Ibra l’ha sugellata,evitandoci il cardiopalma negli ultimi minuti.Un Calha che ha fatto rivedere quanto siano elevate le sue qualità.Libero di scorazzare per il campo ha portato continui pericoli e segnato due goal di ottima fattura e determinanti.Inutile sottolineare quanto Ibra sia servito alla causa.La sua presenza e la partecipazione al gioco da coraggio ai compagni e preoccupa le difese altrui.Da una temuta esclusione alla coppa sino a 2 minuti dalla fine  siamo passati ad una semifinale che fa bene al clima di un crescente ottimismo.Ce la vedremo con la Rubentus .Non fasciamoci la testa anzitempo:dobbiamo giocarcela con la concentrazione prima e muscoli dopo.Pioli deve capire il perchè di un calo mentale e fisico del secondo tempo:non sempre si può recuperare.Occorre ripetere il primo tempo con la capacità,però,di concretizzare meglio. Note positive in Theo,Rebic,Castillejo,Ibra e logicamente Calha.Se Calha si ripete nelle prossime partite come stasera facciamo grossi passi avanti.Male Piatek ormai con la testa in altri lidi.Una nota sul pubblico:vedere 35 mila spettatori per un quarto di finale di Coppa Italia fa sempre piacere ed è il segnale che noi appoggiamo sempre questa squadra.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:CALHANOGLU (menzione Theo,Rebic e Ibra) 

24/01/2020-Brescia-Milan 0-1–21^ giornata

(Rebic)
Tre punti preziosissimi.L’ha risolta ancora Rebic fino a poco tempo fa un oggetto un pò misterioso.Una vittoria sofferta,ma,inutile sottolineralo,importante per la scalata in classifica.Non esaltiamoci troppo,comunque.Non abbiamo fatto una gran partita.Dalla mezz’ora del primo tempo sino a metà ripresa abbiamo subito il loro forcing e qualche volta sbandato.Ringraziamo Donnarumma che con tre parate super ha evitato il peggio.Abbiamo iniziato bene,ma poi ci siamo ingarbugliati nella manovra e non siamo riusciti a imbastire azioni lucide.Tuttavia Ibra ha avuto un paio di occasioni.Fortunatamente nella parte finale siamo stati più pericolosi e grazie ad una bella apertura di Calha(una delle poche cose buone)e ad Ibra che mette palla al centro si crea un mischione risolto dal cinico Rebic da poco subentrato ad uno spento Leao.Riteniamoci soddisfatti,comunque,anche se non tutto è girato bene.Il centrocampo non ha soddisfatto a pieno e non ha dato una sufficiente copertura alla difesa per parecchi tratti della partita.Bennacer ha fatto un’ottima prima mezz’ora per poi calare pian piano, collezionare falli e cartelllino giallo,ovviamente.Kessie in ombra nel primo tempo ha fatto qualcosa di positivo nella ripresa.Calha non si è distinto molto,ma,come detto,ha il merito di aver dato inizio all’azione del goal.Castillejo,un pò meno brillante delle precedenti partite nel primo tempo,ha fatto un bella ripresa,confermando che in questo momento ci è utilissimo. Molto bene la nostra coppia centrale di difesa.Avremmo anche avuto la soddisfazioned el secondo goal,ma prima un fuorigioco di Ibra ha strozzato in gola l’urlo di Castillejo e nostro,poi una stupenda galoppata alla Kakà di Theo Hernandez è terminata sulla traversa che sta ancora tremando.Adesso testa alla Coppa Italia.Inutile sottolineare che per noi è importante andare avanti in una manifestazione alquanto snobbata.Vincerla vorrebbe dire Europa anche se di serie B.La strada è ancora lunga e difficile,però.Ci aspettiamo che i ragazzi col Torino ci regalino una partita grintosa e di gran determinazione.Ci aspetta anche la parte finale di una campagna acquisti di riparazione.Casi spinosi come quelli di Suso,Piatek e Paquetà sembrano di difficile soluzione.Lascia perplessi anche l’atteggiamento di Paquetà che chiede di non essere convocato:ma forse è meglio così.In squadra vogliamo gente professionale e che abbia piacere di indossare questi colori.Colori che noi tifosi abbiamo domostrato di non tradire mai anche in momenti bui.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:DONNARUMMA (menzione speciale per ROBIC il risolutore)