26/01/2021-Inter-MIlan 2-1-quarti Coppa Italia

(Ibra,Lukaku(r),Eriksen)
Partita terminata con l’espulsione di Ibra.Secondo cartellino giallo per un non fallo che Valeri non vedeva l’ora di propinargli dopo la zuffa con Lukaku.Ma sappiamo che di questi tempi gli arbitri sono diventati dei famosi chirurghi del cartellino giallo e rosso nei nostri confronti.In dieci,logicamente,è iniziato l’assalto al fortino.Ci siamo difesi con grinta,un paio di parate difficili di Tatarusanu,tanta apprensione,difficoltà ad uscire dall’accerchiamentoCi ha pensato,però,
Leao con un fallo sciagurato a dare ai bauscia il rigore dell’1-1.Fallo evitabile.Alla fine l’ha risolta quell’Eriksen che un presuntuoso ed incompetente Conte ha fatto entrare,come al solito,nei minuti finali.Un Eriksen voluto a tutti i costi dal nuovo crinito Conte e che pesa tanto sulle casse del “povero” Sunng.Casse che,secondo le fonti di economia,sembrano in notevole affanno.Tornando alla partita c’è da dire che sino a che si è giocato a ranghi completi abbiamo fatto una partita giudiziosa,arginando con sufficiente sicurezza la loro spinta.Abbiamo portato avanti le nostre incursioni e trovato il goal.Il secondo tempo era tutto da vivere
con sviluppi possibili per entrambe le squadre.L’espulsione ha cambiato tutto.Ibra doveva,comunque,evitare ogni provocazione e pensare alla squadra.Vedendo  il bicchiere mezzo pieno,possiamo dire che ci siamo risparmiati la fatica dei supplementari.La nostra massima possibilità poteva solo essere di arrivare alla lotteria dei rigori,ma la cosa si presentava difficile come una scalata.In definitiva abbiamo visto un gruppo capace di lottare  e che ha messo il massimo impegno possibile. Un buon segnale per i prossimi impegni.Purtroppo continua ad evidenziarsi la mancanza di Calha che,al momento,rappresenta l’uomo di riferimeto per il centrocampo,l’ipostazione delle azioni e i suoi tiri da fuori area.Kessiè e Tatarusanu meritano la citazione.Kessiè si è messo in evidenza sin dall’inizio,cosa che non fa spesso, e dato inizio alle azioni ofensive oltre che prodigarsi in difesa.Tatarusanu ha fatto alcune eccellenti parate dimostrato di essere affidabile.Buon esordio di Tomori molto grintoso ed efficace.Meitè ancora non a proprio agio,ma diamogli il giusto tempo per inserirsi completamente.Dopo questa esclusione torniamo a concentrarci sul campionato.Non dimentichiamo che il nostro obiettivo è il quarto posto.Sabato col Bologna dobbiamo ritornare ad esprimerci come squadra solida e compatta,sperando anche di recuperare qualcuno dall’infermeria.I mezzi per tornare a vincere non ci mancano inclusi volontà e rabbia.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:KESSIE