22/10/2020-Celtic-Milan 1-3–1^ giornata EL

(Krunic,B.Diaz,Elyounoussi(C),Hauge)
Contenti per la prima vittoria del ritorno europeo(di serie B),ma indispettiti per il fiato sospeso degli ultimi 15 minuti dopo il loro goal del 2-1 causa solita capocciata in un calcio d’angolo.Il giovane norvegese Hauge col 3-1 ci ha risparmiato un minuto di palpitazioni.Ci siamo complicati le cose per un vistoso abbassamento di concentrazione.Non basta controllare una partita:bisogna chiuderle e non permettere all’avversario di rifarsi vivo.Abbiamo giocato in scioltezza il primo tempo contro un Celtic che si è mostrato modesto.Una testata di Krunic(insolito goleador) e un guizzo di B.Diaz hanno indirizzato la partita nel verso giusto per noi.Ci si aspettava nel secondo tempo una maggior decisione nella fase offensiva per farla finita grazie anche agli spazi che gli scozzesi mettevano a nostra disposizione,ma,come detto,abbiamo pian piano abbassato la guardia.Comunque l’importante era portare a casa la vittoria.Indubbiamente le tossine accumulate nel derby non erano totalmente sparite e sul 2-0 in molti ha prevalso il pensiero alla Roma e innestare il freno a mano.La mancanza di Calha si è fatta sentire.Ha sorpreso,a questo proposito,la posizione di B.Diaz messo sulla fascia sinistra e non nella posizone solita di Calha:è sembrato quasi relegato senza entrare nel vivo del gioco.
Personalmente avrei visto meglio l’inversione di ruoli tra lui e Krunic:avrebbe reso di più.Abbiamo avuto l’occasione per vedere alcuni nuovi.Dalot:prestazione sufficiente,ma poca presenza sulla fascia in appoggio all’azione offensiva.Hauge è entrato negli ultimi 15 minuti.
ma ha dato prova di vivacià e anche di prontezza nell’azione del 3-1:lascia ben sperare. Tonali:inizialmemte timido,ha preso coraggio col passare dei minuti,ma deve eessere più deciso e diventsre determinante per il nostro gioco.Castillejo è stato quello che ha messo più impegno e dato il bel pallone a Krunic.Bene Kessiè,il duo Kajer-Romagnoli e il solito Ibra sempre importante come riferimento offensivo e non solo.Theo Hernandez è risultato abbastanza pasticcione,concludendo poco.La vittoria ci da la giusta carica per affrontare lunedi una Roma che si presenta in forma.La concentrazione deve tornare a livelli massimi e bisogna evitare errori.Gente come Dzeko non perdona.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:CASTILLEJO