05/09/2019-Ripresa delle riunioni settimanali

Ricordiamo che da domani venerdi 6 settembre riprendiamo le riunioni settimanali che si svolgeranno presso la struttura comunale ex-lavatoio di via Bergamo 19 di Dalmine-Mariano.L’orario si conferma quello delle 21:00.Si rinnova,quindi,l’occasione per noi tifosi
milanisti di ritrovarci per commentare quello che riguarda la nostra squadra che sosteniamo sempre in qualsiasi situazione positiva e non a differenza di tante altre ben note tifoserie che seguono i colori solo nei tempi di buona sorte.
La nuova stagione,quindi, è ripresa.Le prime due giornate hanno evidenziato ombre (parecchie) e luci(non troppe),ma d’altra parte non potevamo aspettarci cambiamenti clamorosi.Abbiamo un allenatore nuovo che con le precedenti squadre ha mostrato un buon gioco.
Persona seria e preparata,ma che deve svolgere il lavoro (con le sue idee) in un ambiente che attende da tempo risultati positivi.La società ha vissuto traversie non piacevoli con gli ultimi anni dell’era Berlusconi gestiti in maniera terrificante.Sono,poi,arrivati i cinesi impalpabili come fantasmi ed attorniati da un’aureola di sospetti.Infine arriva Elliot con il suo fondo
che prende la situazione in mano,rifonda la società e mette grandi ex rossoneri nella stanza di gestione della parte sportiva.Tutto questo ha logicamente avuto riflessi sulla squadra e risultati.Abbiamo sfiorato il posto Champions,rinunciato alla coppetta Europa League e programmata l’ennesima ripartenza.La campagna acquisti non poteva essere eclatante.Sono arrivati giocatori giovani e certo non di prima fascia,ma che potrebbero fare la differenza con la voglia di emergere.Spetta,quindi,a Giampaolo amalgamare il tutto e dare un’identità,finalmente,alla squadra,far venir fuori lo stimolo di lottare,esprimere un gioco almeno guardabile.Le prima due gare hanno mostrato una squadra in costruzione ed ancora lontana da livelli accettabili.Noi tifosi abbiamo mostrato pazienza in questi anni e supportato sempre la squadra.Pazientiamo ancora e lasciamo lavorare in serenità l’allenatore
ed i ragazzi,ma ci aspettiamo che qualcosa di buono lo si possa vedere in tempi non lunghi senza farci illusioni,comunque,di raggiungere obiettivi impossibili al momento.Per finire ci auguriamo che ci sia una volontà seria di far emergere ragazzi del vivaio:
ci vuole anche la capacità di rischiare.