23/07/2018-Si riparte?

La Cina è lontana.Scomparsi i fantomatici cinesi abbiamo un nuovo presidente,un nuovo cda,un nuovo ds.Sarà vera ripartenza?.Ce lo auguriamo anche se non possiamo dimenticare che di atquesti tempi l’anno scorso c’era tutto un fermento dopo l’abbandono del Berlusca a cui va tutta la nostra riconoscenza,ma che negli ultimi anni della presidenza aveva reso il giocattolo sempre
meno competitivo,lasciando spazio al suo sottopancia detto “condor” autore di operazioni di compravendita allucinanti.Tutto questo ci rende cauti,ma le persone in gioco oggi per lo meno sono visibili,conosciute e con curriculum apprezzabili. Aspettiamo questa ripartenza in nome della grande passione che abbiamo per questa squadra che merita di ritornare nei posti
che la nostra storia ha visto occupare.La parte gestionale ed economica sarà appannaggio di persone che hanno la capacità di far bene visti i loro precedenti.Va via Fassone.Come ho detto in precedenti post è una figura che mi ha suscitato perplessità per il fatto che un AD non può ignorare la reale situazione relativa al suo datore di lavoro(Mr.Yonghong Li) o almeno averne dei dubbi e le varie rassicurazioni fatte nel tempo erano probabilmente fumo negli occhi.Siamo autorizzati a pensarlo.Pensiamo al futuro,quindi. Parliamo di parte tecnica.Si aspetta l’ufficialità di Leonardo come ds per procedere a costruire la squadra.Su Leo,però,vorrei fare una precisazione.Quando passò a fare l’allenatore di quelli là non accettai la sua decisone e la considerai un tradimento.Però dopo,ragionando più freddamente,capii la sua decisone come uomo:Leo,secondo le cronache e interviste varie del tempo,ebbe contrasti anche duri con un Berlusca che scivolava sempre più sulla strada della vecchiaia che porta spesso a ingigantire il proprio ego.Detto questo,personalmente ho sempre apprezzato le capacità di Leo prima come calciatore e poi come dirigente.Non dimentichiamoci che grazie a lui abbiamo portato a casa gente come Kaka,Thiago Silva,Pato,intuendone le capacità.Li ha portati lui e non il condor.
Diamogli,quindi,il ben tornato.Ci aspettiamo che con il Ringhio lavori in sintonia per costruire finalmente una squadra che ci dia qualche soddisfazione anche se non dobbiamo aver fretta.Non è solo questione di soldi,ma di capacità ad avere idee chiare.
A proposito di movimenti:sembra che Bonucci possa andare via.Non mi strapperei per niente i pochi capelli:non l’ho mai accettato come capitano del Milan e le sue capacità,parere personale sia ben chiaro,non mi sono mai sembrate tali da giustificare i 42 milioni spesi.Venderlo
bene sarebbe già un buon primo colpo della nuova gestione.Per quanto mi riguarda,poi,non avrei dubbi nel vendere Donnarumma ammesso che lo cerchino ancora.Fu un grosso errore non venderlo l’anno scorso.Sfoltire i ranghi dai vari Kalinic,Gomez,J.Mauri e magari Zapata. Montolivo è stato escluso dai piani futuri:non meritava,a mio parere,un trattamento così drastico e si poteva propendere per una decisone concordata senza traumi,lasciandosi in buoni rapporti.Dubbioso se confermare Andre Silva.Nomi nuovi?.Per l’attacco ripeto un nome già fatto:Arnautovic(West Ham).Per il centrocampo penserei a Fabregas(se Sarri non lo vedesse nei suoi schemi):va verso i 31 anni è vero,ma darebbe apporto cererbrale e tecnico.Non dimentichiamoci, poi, che il primo vero acquisto è Conti:un valore aggiunto. Infine sarebbe auspicabile un lancio sempre più deciso di giovani come Gabbia e Bellanova.
Aspettiamo,quindi,le prossime mosse,sperando che si viva una stagione tranquilla come società ed eccitante come squadra.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!!

Siamo con te, Ringhio!!!
image-1642

Siamo con te, Ringhio!!!