28/06/2018-Arrivata la sentenza

Oggi con sentenza Uefa nota non possiamo non ricordare con amara ironia le parole del nostro vecchio presidente che al momento della vendita disse con l’enfasi a lui abituale:”lascio il Milan in buone mani!”.Alla faccia del bicarbonato di sodio,direbbe Totò.Ci ritroviamo esclusi dall’Europa League per 1 anno(la cosa non mi turba) ufficialmente per problemi di bilancio(anche della gestione passata sia ben chiaro) ,ma nella realtà perchè l’Uefa,come ogni tifoso rossonero con un pò di logica in testa,non ha chiaro chi in realtà Yonghong Li sia e quali siano le sue reali capacità economiche.Non lo sa nessuno e nessuno in Cina lo conosce.Roba da film di Hitchcock.Per una stagione intera si sarà visto 2 o tre volte e di sfuggita.Mai una dichiarazione,neanche in cinese anche perchè è appurato che non sa una parola d’inglese.
La cosa,poi,che ha lasciato alquanto perplessi,almeno per quanto mi riguarda,è stato vedere che anche Fassone non ha mai detto una parola su questo proprietario cinese oltre che suo datore di lavoro.Mai da parte sua una precisazione circostanziata su questo personaggio
in modo da rassicurare tifosi e stampa.Solo dichiarazioni fumose,assicurazione che tutto andava bene “madama la marchesa”,che i soldi c’erano e i debiti sarebbero stati onorati. Impensabile che lui non sia al corrente della effettiva situazione di questo strano imprenditore orientale.Adesso ci rivolgiamo al TAS.Secondo quanto capisco da certa stampa (Sole 24 ore nella persona di Bellinazzo principalmente) sembra che l’Uefa e anche il Tas, di conseguenza, stiano monitorando la scena della possibile vendita che possa dare un quadro positivo per il futuro prossimo della società.Si parla dell’italo-americano Commisso (proproietario dei Cosmos),della famiglia Ricketts (proprietaria tra l’altro dei Chicago Cubs baseball),di Stephen Ross (propietario dei Miami Dolphins football americano).Gente ritenuta solida e capace di gestire attività sportive con iniziative finalizzate all’utile,logicamente.Non manca nche lo spettro che il cinese trovi i 32 milioni per evitare che il fondo Elliot si appropri del Milan e rivenda. Auguriamoci che l’avventura cinese finisca qui e si riparta ancora una volta, ma in buone mani veramente.Ci auguriamo,anche,che con nuovi proprietari arrivi gente preparata e carismatica che ci riporti allo stile(tecnici,organizzativi e comportamentali) dei tempi d’oro.Un nome:Maldini senza ombre di dubbio.
Aspettiamo questa TAS ,dunque.Se si confermasse il tutto facciamocene una ragione senza tragedie e prepariamoci a sostenere come sempre,e magari ancora più intensamente,se possibile,la nostra squadra:passano presidenti e giocatori,ma i colori rossoneri rimangono fissi nel nostro tifo.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!