20/02/2015-Il Pincolini pensiero–G.Valente

In un’intervista di quetsi giorni Pincolini,storico preparatore atletico dei taempi di Sacchi,ha sintetizzato il momento del Milan,dicendo:”Condizione fisica precaria e squadra sotto stress”.Lapidario,ma giudizio centrato.La pensano così tantissimi tifosi,a partire da me.Ma detto da un’icona della preparazione come Pincolini ha un altro effetto.Non ci vuole molto a pensarla come lui quando si vede una squadra che vede l’avversarsio arrivare sempre prima sui palloni,che corre senza cognizione,che non pressa mai.E poi,giustamente,c’è uno stato di stress che blocca la lucidità.Se la mente è offuscata anche il corpo reagisce male al di là di ogni condizione atletica.Vale anche il contrario, chiaramente. La situazione societaria con due figure al comando,voci di vendite più o meno vere,la mancanza di una figura importante di collegamento società-club,incertezza sui piani futuri sono tutte concause che creano stress nell’ambiente.Lo stesso Inzaghi non può dare serenità alla squadra visto che è il primo ad essere messo in discussione.Bisogna dire Pippo che non ne ha mostrata sin dall’inizio.Non ha mai dato l’impressione di avere sicurezza nel suo operato.Forse non ancora pronto per questo compito.Se fate caso non lo si è mai visto sorridere.Sempre teso,troppo.Non che la colpa della situazione attuale sia tutta di Pippo,intendiamoci.Mi permetto di dire che anche lo stesso Tassotti mi da l’impressione,e sottolineo impressione,che non lo aiuti nel dovuto modo,magari perchè messo nelle condizioni di non poterlo fare correttamente.Comunque Pincolini,a mio parere,ha centrato bene le cause principali della soffeenza attuali.Parlo di quelle che affliggono la squadra.Di quelle societarie meglio glissare.La nostra fede ai colori è incrollabile,sempre.Però squadra e società facciano in modo di meritarsela.
Alla prossima e come sempre..forza Milan!!

Pincolini in azione ai tempi d' class=
image-794

Pincolini in azione ai tempi d’oro (dal web)