09/12/2014-L’analisi di Sorrentino—G.Valente

Lunedi 8/12 su Repubblica Antonio Sorrentino ha scritto un bell’articolo-analisi sulla crisi delle due squadre milanesi.Premesso che dell’altra sponda sbagliata di Milano (gli ex onestoni per intenderci)non me ne interessa un fico secco,mi sono concentrato sui giudizi riguardanti la nostra amata squadra.Giudizi secchi,precisi,analitici.E,soprattutto,pienamente condivisibili,almeno per quanto mi riguarda.Vi riporto due  passaggi  a mio parere significativi e rifletteteci su.
1-”..le campagne acquisti sono quelle che sono, si arranca alla ricerca di improbabili quando non improduttivi giocatori a parametro zero o a zero energie, si cercano scommesse in panchina sperando che ex grandi giocatori si improvvisino di colpo grandi allenatori (Seedorf, Inzaghi), insomma si naviga a vista senza avere la forza di fare l’unica cosa che sarebbe necessaria: ripartire da zero con una nuova squadra, nuovi giocatori, nuovi dirigenti“.
2-”..sparita la possibilità di comprare i calciatori più costosi e più bravi, nessuno è stato in grado di scoprire il campione a costo ridotto, nessuno ha avuto l’intuizione giusta, nessuno è stato in grado di scovare la perla nel fango, come anche ai grandi club ogni tanto accade”. (questo lo fa riferendosi alle due squadre).
Cosa ne pensate?.Sono cose che anch’io ripeto da tempo sia qui nei vari post che nelle riunioni settimanali del MC,certamente non con la bravura e la capacità giornalistica di Sorrentino,ma nella sostanza si.
Mi colpisce particolarmente il riferimento alla necessità di nuovi dirigenti.Il male principale di questo Milan.  Il resto viene di conseguenza.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!