07/07/2020-Milan-Rubentus 4-2–30^ giornata

(Rabiot(R),C.Ronaldo(R),Ibra(r),Kessie,Leao,Rebic)
Clamoroso ribaltone in quel di S.Siro.E noi ne siamo stati protagonisti.Dopo l’erroraccio della coppia Romagnoli-Kjaer(eccellenti per il resto) e il conseguente 0-2 la partita sembrava conclusa,con i ragazzi storditi e loro ormai sicuri di avercela fatta.Invece c’è stato il classico big bang.Tutto all’improvviso.Rigore di Ibra,grazie al VAR,pochi minuti e tutto cambia.Quelli della Rubentus accusano il colpo,reagiscono confusamente e qui viene fuori la nostra miglior condizione fisica.Alla fine ne rifiliamo ancora uno e buona notte ai suonatori.Vittoria inebriante.Siamo passati dalla rassegnazione all’apoteosi.Una vittoria contro i gobbi ci
mancava da tanto e un incontro senza qualche episodio dubbio(sempre aloro favore,logicamente) deve essere segnato negli annali.Il primo tempo è ststo tutto sommato equilibrato.Il secondo,invece,è stato decisamente da fuochi articiali.I ragazzi hanno
avuto il merito di non sfaldarsi e di sfruttare la benzina in più.Hanno saputo alimentare la fiammella accesa dal rigore di Ibra e sfruttare concretamente le occasioni create.Bisogna dare atto a Pioli che ha saputo dare identità a un gruppo che molto spesso ha giocato
senza avere una identica idea di gioco.Per lo meno remano tutti nella stessa direzione.Positivo anche aver messo Kessie e Bennacer a guardia della difesa.Stiamo scoprendo un giovane come Staelemaerks valido da laterale sia come difensore che a centrocampo e lo sbocciare, finalmente,di un Leao che entra con maggior convinzione di prima e decisivo nell’inquadrare la porta.Si conferma sempre più determinate Calhanoglu nella costruzione del gioco.Sono fattori importanti da tenere in conto per la costruzione della squadra della prossima stagione.
Dobbiamo pensare alla sostituzione di un certo…Ibra che sembra non dover rimanere anche per ovvi motivi di carta d’identità.Non sarà facile avere uno con il suo carisma oltre alle capacità tecniche.Intanto cerchiamo di rimanere con i piedi per terra anche se la vittoria merita essere giustamente gustata.Pensiamo al Napoli e anche al San Paolo non sarà facile.Dobbiamo ripetere la convinzione espressa nella reazione,sfruttare la buona condizione fisica e,soprattutto,evitare errori a cui non sempre si può mettere una pezza.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:KESSIE   

Finalmente un sorriso!!!
image-2041

04/07/2020-Lazio-Milan 0-3–30^ giornata

(Calhanoglu,Ibra(r),Rebic)
Ribaltando le tante previsioni che ci davano perdenti ed umiliati,abbiamo portato a casa una vittoria convincente.Vittoria frutto di una partita accorta nella fase difensiva con la coppia Kjaer-Romagnoli insuperabile,due frangiflutti mai così efficaci come Kessiè e Bennacer,un centrocampo vivace con un Bonaventura in ottimo spolvero e Ibra prima e Rebic dopo a punzecchiare la difesa laziale.Insomma una squadra ben disposta in campo,con giro palla positivo e che ha mostrato una condizione atletica soddisfacente che se confermata
nelle prossime giornate potrà permetterci di avere buone performance.La Lazio,mancante di Immobile,hasofferto la ragnatela predisposta dai nostri e non ha creato particolari pericoli.Va sottolineato che,a ddifferenza di altre partite,non abbiamo commesso errori che pregiudicano il risultato come successo a Ferrara ad esempio.Avremmo fatto anche il 4-0 con uno scatenato Theo Hernandez che dopo una galoppata di 70 metri,tipo mustang nella prateria,mettendo a sedere vari laziali,ha messo a lato da pochi metri.Peccato,perchè vedere la faccia attonita e spiritata di Lotito è sempre un gran piacere.Dispiace solo di avere fatto un piacere alla Rubentus,ma così va il mondo.Rubentus che incontreremo martedi e ci pervade la curiosità di quale masturzo a loro favore dovremmo discutere.Non ci pensiamo e godiamoci questa vittoria.Poniamoci l’obiettivo di ripetere il più possibile prestazioni come questa di stasera e finire il campionato con dignità.Utilizzare queste partite per fare un esame della rosa e decidere una volta per tutte chi confermare e quali innesti prendere.Come già detto più volte ci auguriamo che la società abbia le idee chiare sulla dirigenza tecnica(direttore sportivo ed allenatore),perchè di tempo,poi,non ne abbiamo tanto se si vogliono fare le cose per bene.
Anzi è sperabile che si stia già lavorando seriamente.Puntiamo pure ai giovani come pare sia la linea del tedesco Ragnick,probabile futuro allenatore (o direttore sportivo?),ma qualche “anziano” di provata capacità potrebbe servire.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:BONAVENTURA

così va meglio,ma continuiamo!!!
image-2036

finalmente un sorriso! Continuiamo così!!!

01/07/2020-Spal-Milan 2-2–29^ giornata

(Valoti(S),Floccari(S),Leao,aut.Vicari)
Quando ormai non ci speravamo piu abbiamo evitato una sconfitta che non avremmo meritato.Partita condizionata dagli unici tiri in porta degli spallini che hanno portato al goal.Il primo dopo una fagiolada in cui nessuno dei nostri è riuscito a cacciare in tribuna il benedetto pallone quasi fossero in confusione,il secondo con il classico tiro della domenica da parte
di Floccari che aveva dimenticato come si segna.Fino ad allora avevamo tentato vari attacchi con scarsa lucidità ed imprecisione,ma anche con qualche sfortuna.Abbiamo reagito e trovato il goal del 2-1 con Calha,ma pochi centimetri ce lo hanno negato.Poteva essere la svolta. Dopo,infatti,con loro in dieci (fallo stupidissimmo di D’Alessandro) ci siamo trovati davanti ad un muro bianco-celeste e non era facile trovare il passaggio giusto tra la selva di gambe davanti al portiere.Ci hanno assistiti una condizione fisica accettabile e la voglia di non perdere per spingere.Il Dio del calcio ha messo le cose a posto al 94′ con il più classico degli autogol
dopo che Leao(finalmente!) aveva alimentato le speranze.Un peccato aver perso l’occasione di fare una terza vittoria consecutiva e magari senza quei due episodi sfavorevoli,che ci hanno tagliato le gambe,potevamo farcela.Visto,però,come si erano messe le cose acconteniamoci del punticino.Tuttavia si devono evitare goal come il primo preso:occore più concentrazione e maggior decisione difensiva. Allucinante il numero di cross sbalgiati:o troppo corti o troppo lunghi,pochissimi appetibili per una conclusione.Si consiglia un allenamento particolare a Milanello.Abbiamo visto anche stasera un ottimo Calhanoglu che,a volte,sembra predicare nel deserto.Sorriso per Leao:entrato con voglia di giocare,ha fatto buoni numeri oltre la goal.Bene anche il belga Selaemarks sulla fascia destra.
Ci aspetta,ora,un trittico pesante:Lazio,Napoli,Rubentus.Il pronostico non ci vede bene,ma la volontà e la buona condizione vista ci lasciano qualche speranza sia di raccogliere qualche punto che di fare figure dignitose.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!!
MIGLIOR ROSSONERO:CALHANOGLU

28/06/2020-Milan-Roma 2-0– 28^ giornata

(Rebic,Calhanoglu(r))
Vittoria corroborante per il morale e per la classifica.Meritata in virtù di un secondo tempo in cui abbiamo fatto prevalere una miglior condizione atletica.Il fattore atletico sarà determinate per questo minitorneo.Non esaltiamoci più di tanto,ma vincere aiuta a coltivare un pò di ottimismo.Bisogna evidenziare,comunque,che i primi venti minuti del primo tempo ci ha visti subire gli attacchi di una Roma più in palla e,per nostra fortuna,una capocciata di Dzeko è miracolosamente uscita di poco.La difesa attorno alla coppia Kjaer-Romagnoli ha preso le misure ed ha tenuto bene.Pian piano,poi,abbiamo organizzato qualche attacco ed anche noi abbiamo creato un paio di azioni periolose(tiro di Bonaventura e testata di Calhanoglu).Nella ripresa,come detto,abbiamo preso le redini della partita,aumentata la pressione e portato vari attacchi anche se con l’usuale poca lucidità nella parte finale.C’è voluto il buon Rebic a regalarci il goal al termine di una “fagiolada”col pallone che non voleva sapere di entrare in rete.Sul rigore del 2-0 nessun dubbio.In definiiva possiamo essere cautamente soddisfatti visti i precedenti.Non facciamo calcoli di classifica,però,o tabelle.Il calendario non si presenta facile per cui è meglio pensare alla singola partita e giocarsela al meglio. Kjaer il migliore con Romagnoli degno compagno.Bene Rebic,che oltre al goal ha fatto un lavoro oscuro di pressing sulla difesa romanista e Theo Hernandez sempre pronto a spingere sulla fascia.Buona la ripresa di Calha.In ombra Bonaventura.Sul fronte societario,intanto,non arrivano novità serie.Indiscrezioni tante,certezze zero.Auguriamociche presto si arrivi a stabilire una configurazione definitiva dei ruoli dirigenziali e tecnici per dare finalmente un volto alla squadra che deve affrontare la prossima stagione.

Alla prossima e come sempre…forza Milan!!

MIGLIOR ROSSONERO:KJAER

22/06/2020-Lecce-Milan 1-4–27^ giornata

(Castillejo,Mancosu(L),Bonaventura,Rebic,Leao)
Tornati alla vittoria,finalmente.Una vittoria meritata.Non è il caso di sparare fuochi di artficio,ma tutto serve per il morale.Per dirla tutta il Lecce ci ha dato una grossa mano con la sua inconsistenza,ma da parte nostra si è visto una buona volontà di vincere e di mettercela tutta.L’arbitro Valeri ha tentato di renderci la vita dura,assegnando un rigore ridicolo ai salentini.Segno evidente dell’incapacità di certi rappresentanti della classe arbitrale.E mi fermo qui.Per nostra fortuna abbiamo trovato subito trovato il 2-1 grazie al prezioso Jack se no le cose avrebbero potuto complicarsi.Abbiamo visto una buona grinta,un insolito pressing alto e,udite udite,anche qualche accenno di gioco.Godiamoci questa vittoria senza esaltarci più di tanto.Auguriamoci di fare un buon fine campionato alquanto farlocco.Non pensiamo a traguardi europei di scarsa levatura(Europa League) e giochiamo con la mente libera.Approfittiamo di queste partite per capire su chi contare nella prossima stagione,aspettando che il probabile mister tedesco si pronunci su come procedere e che si chiarisca nel frattempo la posizione di Paolo Maldini.Tornado alla partita diciamo che la menzione di migliore la merita Calhanoglu che,finalmente,ha guidato la squadra come vero punto di riferimento.Sempre utile Castillejo meritevole per aver sbloccato la partita e presente nel vivo delle azioni.Abbiamo avuto anche la fortuna di vedere un goal di quel Leao fino ad ora misterioso e che ogni tanto fa qualcosa di buono.Ci auguriamo che si sia sbloccato,perchè,a parte Il “vecchio” Ibra,non abbiamo veri attaccanti in rosa.Forse sarebbe il momento di buttare nella mischia il giovane Daniel Maldini.Domenica attendiamo la Roma.Gara decisamente più impegnativa.Sarà l’occasione per vedere se i promettenti segnali di un dignitoso comportamento in campo saranno confermati. Comunque ci conviene vivere alla giornata in attesa di tempi migliori.Alla prossima e come sempre..forza Milan!!

MIGLIOR ROSSONERO:CALHANOGLU

12/06/2020-Rubentus-Milan 0-0-rit.semif.Coppa Italia

..e finalmente il pallone è tornato a rotolare in campo.Lo ha fatto per una Coppa Italai che diventa desiderabile solo in vista del traguardo finale.Ci è toccato il ritorno di una semifnale già ampiamente indirizzata all’andata con rigore farloccco e gialli chirurgicamente appioppati per rendere tutto più prevedibile.Chiaramente anche stasera non sono mancate le polemiche, immancabili quando si gioca contro questi.Rigore(ingenua manata di Conti) e rosso a Rebic pochi secondi dopo che CR7 ha stampato il pallone sul palo.Che Rebic abbia commesso
un fallo non lo si mette in dubbio,ma che volesse fare male è discutibile.Un giallo sarebbe stato sufficiente per non falsare la gara.Di falli peggiori ai vari Chiellini e Bonucci ne vediamo fare e come,ma di espulsioni non se ne parla mai.Inutile dilungarsi su questi argomenti.Sarebbe suffficiente un copia ed incolla per i commenti.Confesso che mi è passata la voglia di vedere la partita ed ho saltato il resto del primo tempo.Ho riacceso la tv per il secondo proprio per un sentimento di vicinanza ai colori.Inutile parlare della partita.Già in undici sarebbe stata difficilissima senza ombra di un attacante degno di questo nome.Devo dire,comunque,che chi è rimasto in campo ha mostrato una grinta meritevole di apprezzamento.Il pareggio non è servito a niente,ma in compenso ci fa uscire imbattuti da uno stadio sino ad ora povero di soddisfazioni.Soddisfazione da poco,ma questo passa oggi il convento.Auguriamoci che questo rimasuglio ridicolo di campionato finisca presto.Parliamo,piuttosto,di quello che avviene
nei posti comando.Diciamolo subito:grandissima confusione.Tanto per essere chiari.Ci aspetta l’ennesima rivoluzione,l’ennesima speranza(o illusione?) di ripartenza.Come prima cosa sembra ammainarsi l’ultima bandiera:Paolo Maldini.L’arrivo più o meno stromabazzato
del tedesco Rangnick non lascia spazio ad un ruolo per Paolo salvo soluzioni di equilibrismo aziendale al momento sconosciute.Non è ancora chiaro se il tedesco farà l’allenatore o il direttore tcnico o addirittura tutti e due i ruoli.L’importante è che sia chiaro come possa muoversi e quanto è il badget di spesa.Si fanno tantissimi nomi per lo più di giovani e per lo più
alquanto sconosciuti.Della rosa attuale sembra che rimarrà ben poco e detto sinceramente non sono in tanti a meritare una conferma.Ibra:sembra che le abbia dette chiare a quel Gazidis che fini ad ora non si capisce cosa abbia fatto.Lo ha accusato di non avere un progetto.Ha detto la verità ed è quanto pensa la maggioranza dei tifosi.
Auguriamoci per il bene del Milan che le cose si chiariscano a breve e si inizi un percorso serio.Non vogliamo trasformarci in una società calcistica che pensa solo a prendere giocatori col solo scopo di rivenderli al meglio.Il Milan deve puntare a dare spettacolo e puntare a vincere.La nostra storia insegna.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!!

08/03/2020-Milan-Genoa 1-2–26^ giornata

(Pandev,Cannata,Ibra)
Bruttissima sconfitta quella subita nel silenzio di San Siro.Un Milan senza capo nè coda,senza idee,senza nerbo.Qualcuno vuol vedere le conseguenze delle catastrofi societarie ricadute sul rendimento della squadra.Qualcosa ci potrà pur essere,ma non si giustifica,comunque,una prestazione abulica e deludente.Le utime gare ci avevano fatto sperare in qualcosa di positivo,ma la delusione è cocente.Abbiamo iniziato bene,ma poi ci siamo persi e subito due goal praticamente fotocopia con difesa incapace di contenere le loro azioni veloci.La reazione è stata praticamente nulla e confusa.Ibra è stato l’uomo cercato di più.I compagni si sono aggrappati a lui,ma non si può sperare sempre nei miracoli.Ibra il suo lo ha fatto e ci ha dato anche la speranza di riacciuffare la partita,ma l’imprecisone,la mancanza di elaborare azioni lucide ed anche la mancanza di un pizzico di fortuna (un rimapallo,un tiro della domenica,un errore loro) non ce lo hanno permesso.Sarebbe stato in ogni caso una magra consolazione. Dobbiamo ancora una volta ripartire,dunque.Fare quadrato e metterci tanta rabbia e,soprattutto,convinzione. Non ci rimane altro da fare.Parliamo d’altro.
Situazione societaria:ormai è ufficiale e Zorro Boban va.Un vero peccato.Maldini potrebbe seguirlo probabilmente a fine stagione.Simboli del grande Milan che lasciano la società e troncano la speranza che con loro si potesse ripartire.Pagano le incomprensioni con Gazidis (in primis la scelta di Giampaolo voluta più da Maldini) nelle linee di organizzazione e ricostruzione della società.La tempistica di Boban sulla storia dei contatti Gazidis-Ragnick non è stata opportuna ed ha creato una situazione di attrito ed incertezza con inevitabili riflessi sulle varie sezioni della società squadra compresa,come detto prima.Insomma,Boban poteva aspettare fine stagione per le sue esternazioni,ma evidentemente il vaso era colmo.Il comportamento di Gazidis nel contattare Rdngnick o addirittura metterlo sotto contratto è stato scorrettissimo. Un’invasione ingiustificata nel campo tecnico senza prima aver interpellato Maldini-Boban.Purtroppo il dado è tratto e aspettiamoci l’ennesima ricostruzione.Una storia infinita.
Una considerazione,infine,sulla sospensione del campionato per la terribile situazione a seguito del coronavirus.Ieri abbiamo vissuto una situazione assurda.A sole poche ore da Parma-Spal il ministro Spadafora si sveglia e chiede la sospensione del campionato.La Lega dopo aver tergiversato risponde picche alla faccia di tutte le imposizioni,decreti e raccomandazioni per fermare il pericolo dell’avanzata del virus.Per la Lega va tutto bene,madama la marchesa,e si va avanti anche se a porte chiuse.Un insieme di incapaci.Concordo con quanto proposto da Tommasi (AIC):rimandare l’Europeo al ’21,recuperare le gare dei campionati tra maggio e giugno,sperando che nel frattempo il serio e preoccupante virus sia stato debellato.
Vedremo se nei prossimi giorni un bricciolo di buon senso affiori nei cervelli di certa gente che pensa solo agli interessi dei propri orticelli.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:IBRA (..ce ne fossero altri 10 come lui saremmo in altra situazione!!)

Interruzione riunione settimanale 2

L’Ufficio Cultura del Comune di Dalmine ci informa che anche per questa settimana vale la sospensione dell’utilizzo della sala comunale di Via Bergamo 19 a Dalmine Mariano causa problemi connessi al coronavirus.Pertanto la riunione settimanale di venerdi 6 prossimo non sarà effettuata.Terremo informati in caso di novità.

24/02/2020-Interruzione riunione

L’Ufficio Cultura di Dalmine ci informa che a causa della situazione legata al “coronavirus” è sospeso sino all’1 marzo prossimo l’utilizzo della sala comunale di Via Bergamo 19.Pertanto la prevista riunione settimanale di venerdi 28 febbraio viene sospesa.Appena possibile daremo aggiornamenti.
 

22/02/2020-Fiorentina-Milan 1-1–25^ giornata

(Rebic,Pulgar(r))
Una vittoria scippata da un arbitraggio+VAR inqualificabili,ma anche noi ci abbiamo messo del nostro.Un rigore completamente inesistente,e ripeto inesistente,ci ha privati di una vittoria che stavamo portando a casa con tanta sofferenza anche se in vantaggio di un uomo.La cosa vergognosa è che il VAR non si è degnato di intervenire per mettere giustizia facilmente in quanto l’entrata di Romagnoli su Cutrone era regolarissima e non si capisce cosa abbia visto Calvarese dalla sua posizione non ottimale.Una maniera per compensare le lamentele del presidente Commisso dell’ingiustizia subita dalla Rubentus?.Siamo autorizzati a pensarlo.Dal momento dell’espulsione del viola…Calvarese ha fischiato a senso unico.Tornando al primo tempo,poi,c’è l’annullamento del “golazo” di Ibra.I telecronisti di Dazn hanno dato spiegazioni contorte degne di un tuffo triplo carpiato per spiegarne il perchè,ma il punto fondamentale è:Ibra avrebbe dovuto tagiarselo il braccio,visto che lo aveva attaccato al corpo?.Sarebbe stato annullato alla Rubentus?.Risposta facile che da diritto a un premio di 0,00 euro.Arbitraggi del genere ci fanno sempre più apprezzare campionati esteri.Tutto questo ci fa capire che contiamo poco nel quadro politico del calcio italiano.Non si chiedono favori,ma cose giuste. Passiamo,quindi,ai nostri difetti.Dopo l’espulsione di Dalbert abbiamo visto con un certo imbarazzo che eravamo noi a subire gli attacchi viola con ripartenze veloci che ci vedevano maledettamente scoperti.Siamo calati vistosamente ed annebbiati nel tentare il raddoppio.In sostanza sembravamo noi in dieci.Calo fisico e mentale nella parte finale che ci sta capitando spesso.Abbiamo persino rischiato nel recupero e ci siamo salvati grazie a Begovic(subentrato a Donnarumma).Per tutta la partita la lucidità non è stata sempre presente nelle nostre azioni,soprattutto nella fase finale.Una volta in vantaggio di un goal e di un uomo avremmo dovuto controllare la partita ed invece abbiamo subito.Altri punti persi.Forse l’ingresso di Leao al posto di uno spento Calha avrebbe potuto darci la giusta pericolostà all’attacco nella fase finale.Poco da aggiungere se non sperare che si migliori nella tenuta atletica e nella precisone nelle conclusioni e che gli arbitri+VAR siano capaci di gestire le gare correttamente.
Alla prossima e come sempre…forza Milan!!
MIGLIOR ROSSONERO:IBRA(non avrà la mobilità di un tempo,ma la sua presenza si fa sentire.Il suo “golazo”annullato,poi,è stato un capolavoro di potenza,caparbietà e tecnica da mostrare a tutti quelli che si sentono campioni e non lo sono)